Torna a macinare punti l'Udinese che passeggia in casa contro quello che rimane del Genoa, squadra in caduta libera e abbandonata ormai dai tifosi che da settimane si dichiarano in aperto contrasto con il Presidente Preziosi, il quale si è detto più volte disposto a vendere ad eventuali acquirenti.
Dopo un Febbraio terribile, i bianconeri di Udine hanno ricominciato a giocare il calcio che ampiamente ha sorpreso in questa stagione - costringendo anche la Juve al pari - profittando anche dei rossoblu che privandosi di giocatori del calibro di Rincon, Ocampos e Pavoletti, misti alla perdita dello sfortunato Perin, hanno abbandonato psicologicamente un campionato che li tiene a galla solo per assenza di avversari.
Decidono le reti di De Paul e Zapata, con la papera colossale di Rubinho - in campo dopo 7 anni - emblematica del periodo degli uomini di Mandorlini.
Molto buona la quota vicina al raddoppio (1.80), considerato il differente tasso tecnico, il fattore campo e... l'ambiente!

Missione sorpasso compiuta per El Diablo Granoche e compagni, che si impongono su un Bari ridotto all'osso dai troppi infortuni ed entrano di prepotenza in pienza zona Play-Off, scalzando proprio gli uomini di Colantuono.
Fattore casalingo decisivo per lo Spezia, con 35 punti conquistati in territorio ligure; al contrario il Bari in trasferta conferma il trend negativo con 4 sconfitte consecutive e il peggior attacco esterno dell'intera serie B.
Chiaramente condizionati dalle tante assenze - almeno 2 giocatori chiave per ruolo out per il Bari, da Cassani e Morleo a Greco, Brienza e Floro Flores, con Romizi costretto ad uscire dopo pochi minuti di gara - i biancorossi pagano la tenuta fisica in calo, dovuto soprattutto al ritardo di preparazione dato dai problemi societari di inizio stagione e dal mercato di riparazione con il quale i pugliesi hanno attinto da "riserve" senza 90 minuti sulle gambe.
Ne approfitta allora un lanciatissimo Spezia, che si assicura - virtualmente - un posto nei Play-Off promozione e ci regala l'ennesima super quota al raddoppio di questa incredibile serie B!

Ricomincia a correre il Lipsia, una delle rivelazioni di questa spettacolare Bundesliga 2016/2017, che aveva un po' sofferto fino a qui il girone di ritorno e che era tornata al successo appena settimana scorsa contro il disastroso Darmstdat.
Oggettivamente assurda, però, la quota di 2.25 attribuita ai biancorossi della Red Bull, che affrontavano un Magonza non certo in forma e che "vanta" la seconda peggior difesa in casa dell'intera Bundes, con un rullino per nulla esaltante tra le mura amiche.
Il Lipsia, d'altra parte, doveva - e deve - guardarsi dal rientro del Borussia Dortmund e - soprattutto - di un Hoffenheim che non molla un centimetro, come ha dimostrato appena ieri nel big match con il Bayern.
Torna al goal anche bomber Timo Werner, che consente agli uomini di Muller di ottenere i 3 punti con il 2-3 finale e, soprattutto, una bellissima cassa ben oltre il raddoppio per noi di Herobet!

Herobet sconfigge sempre i bookmakers: questa è la nostra missione e non intendiamo smettere. Chiunque provi il nostro gioco non può fare a meno di abbonarsi a uno dei nostri pacchetti o richiedere un'offerta personalizzata sulla base delle proprie esigenze. Marzo si conferma un mese fatto di ottimi risultati grazie ai nostri pronostici su eventi di calciopallavolobasket e tennis a cui tutti possono partecipare e prendere visione per 7 giorni al costo di 1 euro grazie al nostro pacchetto di prova (clicca qui per saperne di più).

Ma visto che non noi ci nascondiamo mai, ecco il report integrale delle nostre giocate del mese di marzo, che ci hanno fatto totalizzare un guadagno decisamente importante: +23,7% di utile sul giocato per tutti coloro che hanno seguito interamente e alla lettera il nostro gioco (pacchetto Professional), puntando quanto da noi indicato, alle quote suggerite, senza nulla togliere o aggiungere ai nostri pronostici vincenti.

Ecco il guadagno di un nostro cliente simulando una partenza con bankroll pari a 400 euro (nell'ultima colonna, dove c'è scritto "sì", si intende una multipla giocata con 1 errore).

Nota bene: questo utile è stato calcolato sui pronostici secchi, ossia senza effettuare coperture. I nostri clienti che invece hanno provveduto quando mancava solo una partita hanno totalizzato circa il 6% di utile in più. 

 

Scarica il file PDF dell'Articolo

 

 

 

Guarda il bilancio degli ultimi mesi: 

Pronostici e scommesse: a febbraio frantumato ogni record!

Pronostici & scommesse: si chiude un grande mese di gennaio!

Torna al successo e riconquista la vetta la Spal, grazie al 2-0 rifilato al Novara di Boscaglia, che si allontana così dalla zona Play-Off.
Dopo due sconfitte consecutive - infatti - i biancocelesti di Ferrara hanno riagganciato il Frosinone - fermato sul pari dall'Avellino - e allungato sul Verona di Pazzini, irriconoscibile rispetto all'armata di inizio stagione.
Basta un rigore di bomber Antenucci, rafforzato dal tap-in a tempo scaduto di Schiavon, per regalare i 3 punti agli uomini di Semplici  e a noi un'altra bella cassa direttamente dal campionato cadetto praticamente al raddoppio.
Fatica a trovare il ritmo giusto fuori dalle mura amiche la formazione piemontese e questo potrebbe costare davvero caro ad una società che punta alla corsa per la Serie A.
Ma intanto, in vetta c'è la Spal!

Non smette mai di stupire la Dea, che continua ad inanellare vittorie su vittorie, in casa come in trasferta, superando le dirette concorrenti e candidandosi prepotentemente per un posto in Europa.
Emblema del tondo 0-5 al Genoa è la rovesciata del vantaggio siglata da un difensore, Conti, a quota 5 in questo campionato. Record? No di certo, perchè il quarto goal dell'Atalanta lo segna un altro difensore, Caldara, che ne ha realizzati addirittura 6!
Se al tutto si aggiunge la tripletta di un super Papu Gomez, l'allungo sul Milan stoppato a Pescara e una quota stellare (oltre il raddoppio), non possiamo che accogliere alla grande il successo dell'Atalanta dell'ex Gasperini, che dopo 7 anni al Genoa saluta con la... manita!