Vittoria sofferta per un Inter non proprio brillante che - alla fine - strappa comunque i tre punti al Bologna grazie alla rete del gioiellino Gabigol, alla prima in nerazzurro.
Partita non banale e quota interessante - intorno all'1,70 - che ci regala un'importante cassa all'ora di pranzo.
Tanti assenti da ambo i lati, ma se l'Inter può contare su "riserve" di primo piano, da Eder, a Palacio... passando per lo stesso Gabriel Barbosa, il Bologna accusa di certo il vuoto lasciato da Mirante, Gastaldello e Maietta - dietro - e, soprattutto, quello lasciato da Mattia Destro - davanti - per una formazione, quella rossoblu, che "vanta" uno dei peggiori reparti offensivi dell'intera serie A e una striscia di risultati a dir poco deludenti dopo i 7 gol subiti dal Napoli, la sconfitta in 11 contro 9 contro il Milan e la remuntada sofferta nel turno precedente da una cinica Sampdoria.
C'erano tutti i presupposti - dunque - per puntare sull'Inter di Pioli che, così, può agguantare al quarto posto l'Atalanta, mettendo ancora più pressione ai cugini rossoneri e ai viola della Fiorentina, che - causa scontro diretto - saranno costretti a lasciare punti nella corsa all'Europa.


Vittoria a dir poco sofferta quella del secondo anticipo di A per gli uomini di Simone Inzaghi che si impongono a fatica su un ottimo Empoli, 1-2 in terra toscana.
Continuano i problemi in zona goal dei biancocelesti che - in questa occasione - se la cavano dopo tantissime occasioni create grazie al tandem Immobile-Keita, ma solo in seguito alla rete del vantaggio di Krunic, bolide da fuori area, che aveva spaventato e non poco i tifosi laziali.
Ma la Lazio non poteva fallire l'occasione con i 3 punti proprio contro la quart'ultima della classe - non certo irresistibile - e proprio quando le dirette concorrenti all'Europa (Milan e Fiorentina) si ritrovano l'una davanti all'altra, costrette a lasciare - almeno una - qualche punto per strada. Che i biancocelesti confidino in un pari...?
Troppo importante per Inzaghi far sbloccare il suo reparto offensivo, per non rischiare blocchi psicologici e fobie che, in piena zona Europa, possono far saltare i piani di una stagione intera.
Per noi bene così: torna a segnare Immobile - non certo il felino dell'andata - e timbra il cartellino anche Keita - per la settima volta in campionato - ma soprattutto arriva la vittoria in rimonta e così il 2 fisso... che si trasforma in un'ottima cassa del Sabato sera!

Fattore casa a dir poco decisivo nel tondo risultato delle 19 di Europa League, che ha visto il Rostov demolire lo Sparta Praga per 4 reti a 0, consentendoci di incassare un'ottima quota ben oltre il raddoppio!
Lo Sparta Praga non disputava gare ufficiali dalla prima metà di Dicembre e, nonostante il terzo posto nel campionato Ceco, le prestazioni in trasferta degli "spartani" non erano per niente entusiasmanti: 3 sole partite vinte nelle 8 disputate.
Al contrario le temperature russe e le particolari condizioni del campo del Rostov hanno consentito ai giallo-blu di imporsi in ben 9 su 11 appuntamenti casalinghi con sole due reti subite!
Risultato storico poi la rocambolesca vittoria contro il Bayern Monaco, una delle formazioni più attrezzate al mondo, che di certo ha innalzato e di molto il morale dei ragazzi del Rostov.
Un vero fortino e inerzia tutta dalla parte dei padroni di casa, che non hanno avuto problemi a sbarazzarsi in appena 40 minuti (3-0 e superiorità numerica) di un arrendevole Sparta Praga, con un piede e mezzo fuori dall'Europa.
Quota incredibile, considerato l'andamento del match; ma noi, come sempre, ringraziamo e... incassiamo!

Rotonda vittoria quella dell'Eibar che, tra le mura amiche, demolisce un Granada sempre più a rischio retrocessione.
Bastano pochi minuti ai rosso-blu di Spagna per archiviare la questione e liquidare la penultima della Liga, che in trasferta ha ottenuto solamente 3 pari in 12 gare.
Al contrario Enrich e compagni possono ora continuare ad ambire ad un posto in Europa, avendo agguantato a quota 35 l'Athletic di Bilbao ed avendo avvicinato il Villareal, sopra appena di un punticino.
La sblocca dopo pochi minuti Adrian su calcio di rigore e a 5 giri d'orologio dal termine della prima frazione è il capocannoniere dell'Eibar, Enrich, a raddoppiare... incanalando il match in acque sicure. A chiudere la questione ci pensano poi Ramis e Pedro Leon, migliore in campo con una rete e due assist!
Pronostico mai in discussione e scommessa a rischio - se non zero - bassissimo. Avanti così!

Incredibile quota quella del St.Etienne che, in piena zona europea e davanti ai propri tifosi, incontrava un Lorient in crisi, a rischio retrocessione e con la peggior difesa esterna.
Nonostante Giovedì i verdi di Francia abbiano un importantissimo incontro di Europa League contro il Manchester United di Josè Mourinho, questi non potevano di certo permettersi di rimanere indietro nella corsa all'Europa, specie contro una più che abbordabile formazione come quella del Lorient che concede troppo e troppo spesso; tanto che, dopo appena 20 giri d'orologio, il match era già archiviato grazie alle reti di Perrin e Veretout... non male per una quota che rasentava il raddoppio!
Nel finale il St.Etienne ha addirittura dilagato, con Hamouma e Jorginho che, a tempo scaduto, ha siglato il 4-0 finale.
Troppo brutta per essere vera la retroguardia dei nero-arancio del Lorient; troppo bella per essere vera la quota di un lanciatissimo St.Etienne, che resta con il fiato sul collo del Lione, per confermare il proprio posto in quell'Europa League che, Giovedì, dovrà difendere con le unghie e con i denti.

A dir poco incredibile il Sabato di Serie B per Herobet, che centra tutti i pronostici del primo pomeriggio di serie cadetta... compreso il pareggio tra Brescia e Pisa!
Due squadra a fondo classifica, con un cammino non certo brillante ma con l'ambizione di rialzare la testa per raggiungere la salvezza!
Il Pisa pare aver risolto le varie problematiche societarie e, con qualche innesto arrivato a Gennaio, è appena uscito dalla zona più calda della classe; al contrario il Brescia conta diverse individualità importanti - su tutti bomber Caracciolo, anche oggi in rete - e il suo blasone le impone di tirarsi fuori il prima possibile da posizioni che non le competono.
Sul campo, però, i dati non sono di certo confortanti - specie per il Pisa che dall'inizio della stagione aveva realizzato in trasferta solo 3 reti, e solo un rigore di Mannini poteva consentirgli di sbloccare il risultato; attacco poco prolifico e difesa "chiusa" - all'italiana - anche per il Brescia: match che non poteva regalare particolari emozioni... ma che ha potuto regalarci un'ottima cassa... azzardata e centrata. X fissa e pronostico centrato!